Mattei e Olivetti

259

Una triplice lettura di un brano dell’architettura contemporanea testimone di un fare edilizio rivolto alle periferie urbane e alla loro riqualificazione.

Adriano Olivetti ed Enrico Mattei erano persone profondamente diverse fra loro per nascita, formazione e carattere. Valerio Ochetto scrive come gli incontri con Mattei siano stati sporadici e senza seguito. Poi afferma che, e’ difficile l’incontro fra persone che hanno in mente un proprio esclusivo disegno strategico.

[Occhetto V., Adriano Olivetti, Marsilio 2009]