Crowdfunding per la conservazione del patrimonio culturale: il castello di Mothe Chandeniers

490
A picture taken on November 3, 2017 shows an aerial view of the ruined castle of La Mothe-Chandeniers, in Les Trois-Moutiers, central western France. Specialized in the rescue of old stones, the crowdfunding site Dartagnans.fr and the association Adopte un chateau launched at the end of October the collective takeover, via internet and by mutual agreement, of the ruined castle of La Mothe-Chandeniers ruins, for 500,000 euros. / AFP PHOTO / GUILLAUME SOUVANT (Photo credit should read GUILLAUME SOUVANT/AFP/Getty Images)

Documentare e analizzare il patrimonio culturale che ha subito danni causati da azioni naturali o antropiche, per garantirne una conservazione programmatica, presuppone l’adozione di una metodologia integrata di indagine attraverso la quale è possibile classificare, interpretare e restituire i “significances”, tangibili e intangibili, propri del patrimonio culturale.

L’importanza del patrimonio culturale è riconosciuta non solo per il suo valore di testimonianza del passato, ma anche per il suo contributo materiale e immateriale verso la società (Mydland e Grahn, 2012), il territorio, le comunità, verso l’economia locale (Ruijgrok, 2006) e per il suo impatto positivo sullo sviluppo sostenibile (CHCfE, 2015; Soini e Dessein, 2016). È quindi riconosciuta la necessità di dedicare attenzione e risorse alla sua preservazione e valorizzazione per svilupparne il potenziale per le generazioni presenti e future.